Brancaleone Sorge sulla famosa “costa dei gelsomini” a circa 60 Km da Reggio Calabria e a 30 Km da Locri, si estende, per un tratto di oltre 10 Km (da Capo Spartivento a Marinella di Bruzzano effirio).  E’ proprio a Brancaleone, infatti, che nel 1927 sono state importate le prime piante di gelsomino, che, poi, nell’arco di qualche decennio, sono state coltivate su vaste estensioni del territorio comunale e, successivamente, diffuse anche nella vicina Bruzzano Zeffirio e negli altri centri della zona circostante, cioè da Palizzi fino a Siderno.  Un’altra non meno importante caratteristica del paese è il mare incredibilmente limpido e azzurro, orlato da una pulitissima spiaggia dalla sabbia fine e dorata, idonea alle cure elioterapiche e alle sabbiature. Il tutto è reso ancora più prezioso da un clima veramente eccezionale, che ogni anno attira migliaia di turisti, provenienti da ogni parte d’Italia e anche dall’estero.

Ma il forte e crescente sviluppo turistico si deve non solo alle eccellenti condizioni ambientali e climatiche, difatti la cittadina si presenta molto vivace ed è dotata di moderni ritrovi, strutture alberghiere, centri sportivi, impianti balneari e discoteche. Vi sono,  numerose altre attrattive turistiche di carattere storico, artistico ed archeologico, nonché parecchie possibilità di escursioni. Di interesse storico è il Parco Archeologico Urbano di Brancaleone Vetus , dove si trovano i resti dell’antico abitato, del Castello e di alcune chiese-grotte risalenti al VI°-VII°  sec. d.C.

Altri itinerari importanti sono:  Torre di Galati, nonché le vicine località (anche se fuori dal territorio comunale) di Tridetti con l’abbazia Bizantina di Santa Maria di Tridetti del IX° sec. nel comune di Staiti e del castello di Rocca Armenia nel comune di Bruzzano Zeffirio.

 

CENNI STORICI:

Le origini di Brancaleone secondo le  fonti storiche, risalgono intorno al V°- VI° sec. d.C., anche se si presume che già prima di tale epoca  esistesse, un primo nucleo abitato. Il centro per lungo tempo è stato rappresentato da Brancaleone vetus, abbandonato dai suoi abitanti alla fine degli anni ’50, quando la popolazione si è trasferì definitivamente  sulla costa. Oggi il vecchio borgo di Brancaleone assume l’aspetto di un paese fantasma, anche se affascina e attira sempre più numerosi turisti che nel periodo primaverile ed estivo continuano a visitarlo.Il centro è Brancaleone marina, oggi denominata anche “la città delle tartarughe”, dove oltre agli uffici, alle scuole, ai mezzi di trasporto e ai numerosi complessi turistici, si trova una delle più lunghe e belle “vie marine” di tutta la costa dei gelsomini. Proprio a Brancaleone, in pieno centro è situata la casa dove ha alloggiato lo scrittore Cesare Pavese che è stato mandato al confino dal regime fascista tra il 1935 e il 1936, qui trovò ispirazione per alcuni lavori letterari oggi famosissimi in tutto il mondo. La struttura oggi è privata ma è anche visitabile ai turisti.

 

LA PRO-LOCO DI BRANCALEONE

 

 

 

 

L’Associazione Turistica Pro-Loco operante dal 2011 ha contribuito a far rinascere in un certo senso un certo fermento culturale, operando a 360° su tutti i fronti; artistico-musicali-culturali-ambientali e letterari. Dal 2012 la Pro-Loco propone ai visitatori pacchetti interessanti per conoscere e divulgare la storia, la cultura e le bellezze paesaggistiche del territorio con una serie di itinerari interessanti all’interno del territorio comunale:

 

DA VISITARE:

 

1- Parco Archeologico Urbano di Brancaleone Vetus

 

 

 

L’antico abitato di Brancaleone sorge a circa 3km alle spalle del centro costiero, su una collina a 310mt s.l.m. La visita in questo luogo è parte integrante ed importante della storia e delle radici culturali della cittadina costiera sorta dopo il 1800. Il Parco Archeologico Urbano oggi è gestito e curato dai volontari della Pro-Loco di Brancaleone, qui vi è la possibilità di ammirare e conoscere  vari aspetti, storico-antropologici, naturalistico-archeologici di forte rilevanza e bellezza immutata.  La visita al borgo è un vero viaggio attraverso secoli di storia, vicissitudini e testimonianze ancora evidenti che non smettono di affascinare il visitatore. Tra i ruderi di questo borgo medievale è possibile ammirare:  i silos granai scavati nella pietra, la chiesa grotta denominata “dell’Albero della vita” (testimonianza Armena tra le più singolari d’Europa), la piccola grotta della Madonna del riposo (con affreschi del ‘600-‘700), la chiesa Matrice Maria SS Annunziata con i resti delle tombe al suo interno, la piazzetta del Ponte, il vecchio cimitero e la chiesa nuova (recentemente restaurata) che custodisce i resti dell’altare barocco appartenuto all’antica chiesa matrice, oltre a varie vedute che nelle giornate limpide possono far spaziare lo sguardo a 360° su tutte la costa ionica dei gelsomini da Capo Spartivento fino a Punta Stilo.

*È possibile effettuare (su richiesta) l’archeo-trekking per i più esperti, nei meandri più sconosciuti del borgo alla scoperta della città rupestre di Brancaleone ed altri suggestivi scorci (durata media 2h con varie soste durante il percorso).

 

 1- “Dimora del confino di Cesare Pavese”

 

 

 

 

 

Situata in pieno centro dove il famoso scrittore e poeta trascorse il periodo del suo confino politico tra il 1935-1936, in questa stanza, gelosamente custodita e restaurata dal suo proprietario, è possibile ancora vedere gli arredamenti originali, lo scrittoio dove l’autore compose alcuni dei suoi manoscritti più famosi, il letto e vati suppellettili.

 

2- “Il Museo del Mare”

Struttura inaugurata pochi mesi fa gestita dall’associazione Caretta Calabria Conservation, che ospita straordinari modelli in scala di imbarcazioni a remi ed a vapore della cultura marinara sia locale che Europea, con un ampio spazio dedicato alle Tartarughe Caretta caretta e alla biodiversità marina presente nel nostro territorio.

 

NEI DINTORNI“ITINERARIO DELLA VALLE DEGLI ARMENI”

 

1- Abbazia di “Santa Maria di Tridetti”

 

 

 

Monumento Nazionale Bizantino è sita nel territorio del Comune di Staiti a circa 5km da Brancaleone, in una località chiamata Badìa. La struttura è una chiara testimonianza del periodo Bizantino-Normanno dell’XI sec. d.C., e rappresenta una rara testimonianza del monachesimo Bizantino in tutta la Locride ed il Reggino.

 

2- “Staiti”

 

 

 

Il paese più piccolo dell’intera Città Metropolitana di Reggio Calabria, posto a 550mt slm. Il borgo medievale di Staiti con i suoi affacci, la chiesa di Santa Maria della Vittoria (1600), il Museo dei Santi Italo-Greci e le piazzette, sono un vero salto nel passato, in un complesso urbanistico che conserva tutte le caratteristiche del tipico borgo medievale.

 

3- “Rocca Armenia” (Bruzzano Vetere)

 

 

 

Un luogo mistico e magico, dove poter ammirare straordinarie vedute su tutta la vallata oggi ribattezzata “valle degli Armeni”. Rocca Armenia ha origini antichissime. E’ possibile ancora ammirare i resti del suo castello, del Borgo antico e un arco trionfale eretto dalla nobile famiglia Carafa di Roccella con i suoi affreschi rinascimentali che lo caratterizzano.

 

4- “Ferruzzano Superiore”

 

 

 

 

 

Posto ad un altitudine di 470mt slm è considerato una vera e propria terrazza sul mar ionio. Il borgo di Ferruzzano è un paese semi-abbandonato, passeggiare tra i suoi vicoli scavati nella roccia è come fare un salto in un lontano passato che con gli antichi palazzi, le sue vedute su tutta la catena pre-Aspromontana, offrono al visitatore una storia del territorio tutta da scoprire.

5- “Torre Galati”

 

 

 

Un’antica torre fortificata che si trova nell’entroterra dell’omonima frazione di Galati, immersa nella campagna, tra le colline aride che in primavera si riempie di colori davvero suggestivi. Questa torre racconta secoli di storia, un’escursione davvero piacevole per tutti anche nei mesi invernali quando il meteo consente di camminare agevolmente sulla strada che in circa 40min arriva fino al fabbricato (2km di cammino)

 

COSTI VISITE GUIDATE:

10,00€ cad. Parco Archeologico Urbano di Brancaleone Vetus.
10,00€ cad. Staiti e Santa Maria di Tridetti.
10,00€ cad. Ferruzzano Superiore.
10,00€ cad.  Rocca Armenia di Bruzzano.
10,00€ cad. Torre Galati
2,00€ cad. Dimora Cesare Pavese
2,00€ cad. Museo del Mare

(Per gruppi superiori a 20 persone i costi sono da concordare con gli operatori)

 

PACCHETTO PROMO:

1- Visita di 1 Giorno: Brancaleone Vetus, Rocca Armenia

10,00€ cad. gruppi fino a 25 persone,
7,00€ cad.  per gruppi superiori a 25 persone.

2- Visita di 1 Giorno: Brancaleone Vetus, Staiti-Tridetti:

8,00€ cad. gruppi fino a 25 persone,
5,00€cad.  per gruppi superiori a 25 persone.

3- Visita di 1 Giorno: Rocca Armenia di Bruzzano- Ferruzzano Superiore:

10,00€ cad.  gruppi fino a 25 persone
7,00€ cad.  gruppi superiori a 25 persone

4- Visita di 1Giorno: Itinerario centro cittadino;  Dimora Cesare Pavese, scoglio di Cesare Pavese, ruderi chiesetta San Pietro, Museo del Mare e Chiesa San Pietro Apostolo :

8,00€ cad.  gruppi  fino a 25 persone
5,00€ cad. gruppi superiori a 25 persone

 

SERVIZI AGGIUNTIVI;

  • Per le vostre visite guidate è possibile richiedere un’interprete in lingua Inglese e/o Francese / spagnolo al costo aggiuntivo di 100€ per l’itinerario da effettuare.
  • E’ possibile richiedere il servizio navetta per il Borgo di Brancaleone Superiore al costo di 4€ cadauno  A/R (con partenza dalla frazione Razzà.
  • Per le altre destinazioni il costo varia  in base ai km (da concordare con autista proprietario della navetta).
  • Per prenotare l’itinerario prescelto chiamare il numero 347-0844564 (Pro-Loco di Brancaleone).

I costi sopra indicati, non comprendono: Assicurazione infortuni, degustazioni, souvenir o bevande.

 

CONTATTI:

Associazione Turistica Pro-Loco di Brancaleone ,C.so Umberto I° snc 89036 Brancaleone (RC)

TEL/ 347-0844564 (Presidente)
E-MAIL proloco.brancaleone2011@hotmail.it
E-MAIL skyn669@hotmail.it (Presidente)

Commenti

commenti