Si chiama Chiara Brugiolo entrata in contatto con la nostra Associazione a Dicembre 2016, con la quale abbiamo collaborato alle informazioni necessarie  per la stesura di una bellissima tesi che speriamo possa diventare realtà molto presto!

Questo ovviamente dipenderà dall’interesse collettivo e dalla politica locale che dovrà occuparsi a porre le basi per l’Istituzione del Parco Letterario Cesare Pavese, a Brancaleone, proprio il luogo del confino politico dello scrittore, che qui scrisse parte delle sue opere letterarie oggi famose in tutto il mondo.

La nostra missione per valorizzare questo autore nasce sin dagli albori della ri-fondazione della Pro-Loco Brancaleone (2011) ed è anche grazie alla generosità e la passione che ci accomuna con l’attuale proprietario dell’immobile dov’è sita la stanza che ospitò C. Pavese, il Dott. Tonino Tringali che in pochi anni Brancaleone è diventata meta di un vero pellegrinaggio che arriva da molto lontano a visitare a questo vero e proprio  “monumento storico” che vuole porre le basi per un turismo culturale di alto livello nella cittadina.

Questa Tesi sulla creazione del parco letterario Cesare Pavese è un qualcosa che nasce come intento dell’autrice che si è spesa da Torino spingendosi fino a questo profondo Sud ancora intriso di leggende, misteri, e tanta storia, spesso celata da una selvatica bellezza che ti fa quasi dimenticare di essere in Italia.

Il parco Lettarario Cesare Pavese, se mai dovesse trovare il modo per essere Istituito sarà a nostro avviso un ottimo trampolino di lancio per l’intera comunità che vive di turismo quei 20 giorni all’anno, ma che da un paio di anni (numeri alla mano) ha una buona fetta turistica spalmata sul restante dei mesi invernali e primaverili.

Volevamo complimentarci per questo meticoloso lavoro con la studentessa Chiara Brugiolo a nome di tutto il Direttivo e dei Soci della Pro-Loco di Brancaleone invitandola presto a venirci a trovare.

Congratulazioni da parte di tutti noi!!!

 

Ma vediamo chi è Chiara Brugiolo;

BIOGRAFIA

Nata nella notte di San Lorenzo, il 10 agosto 1992, in una delle città più belle, mistiche e suggestive del mondo, Venezia. Le mie passioni sono lo sci, sport che pratico in modo amatoriale dall’età di tre anni, e il rugby, che secondo molti, le donne non dovrebbero praticare.  Tra un placcaggio e una meta, mi impegno nel compito più arduo, ma allo stesso tempo più bello, che la vita ci possa donare: l’essere genitore.

Nel frattempo, a marzo 2017, mi sono laureata in Lettere presso l’Università di Ca’ Foscari a Venezia. Durante il percorso universitario ho fatto parte della redazione di una testata giornalistica online, www.snapitaly.it, scrivendo articoli relativi alle zone in cui vivo e al mondo del food.

TESI

L’argomento della tesi è incentrato sui Parchi Letterari®, sulla valorizzazione e sulla tutela del territorio tramite la letteratura, rendendolo così il protagonista; inoltre è stato analizzato e descritto il Parco Letterario Carlo Levi di Aliano; nella terza parte viene esaminato l’autore Cesare Pavese e il suo periodo di confino, scontato presso Brancaleone Calabro, ipotizzando la realizzazione di un possibile Parco Letterario®.

Il motivo per cui ho scelto di approfondire questo tema, ma soprattutto la scelta di Cesare Pavese, sono frutto del mio interesse verso la complessa figura dell’autore e sul suo legame con la Calabria, terra a me cara per le mie origini. Infatti un’ulteriore spinta, nasce proprio dalle mie radici, cercando un modo differente per far conoscere questa terra, ricca di storia e di cultura,osservandola da altri punti di vista – e non solo quelle legate ai problemi del territorio.

(L’intera tesi di laurea sarà sottoposta al vaglio dei nostri Amministratori Comunali, non l’abbiamo pubblicata per ovvi motivi di copyright)

Commenti

commenti